Pieve di San Giovanni Battista a Ponte allo Spino

Si trova a breve distanza dell’abitato di Sovicille, in una piana alluvionale bagnata dal torrente Rigo e da un paio di fossi suoi affluenti.
Di stile romanico, ne è uno dei più belli esemplari del senese, costruita dai Vallombrosani di Torri intorno all’anno mille.

Bella, semplice e scarna come sono le vere chiese romaniche.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2016 | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Il giardino delle rose di Monte San Savino

La porchetta di Monte San Savino, ma non solo data la piacevolezza di passeggio in questa cittadina rinascimentale, che quasi come ogni paese di Toscana si è svuotata nel centro storico per andare nelle caserme a schiera costruite nel fondovalle.
Una zona molto bella un po’ ai margini delle classiche mete turistiche, e un paese dove merita entrare nel chiostro del palazzo comunale che da accesso al giardino delle rose, qui presenti sotto forma di alberelli nelle tonalità più varie.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2016 | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Campo di sulla

Il fucsia intenso di questa pianta foraggera che intinge colore e spilla gioia dipinta sulle ondulazioni morbide e quiete dove ubriache di polline volano le api senza motore.

Pubblicato in Berardenga, Federica, Fotografie 2016 | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Vertine un trono di ginestre al tramonto e una scala di edera

Ardenti note imbevute di un malinconico languore che segnano la fine di un giorno con un bruciore porporato o schizzi salmonati sopra una valle di ulivi perennemente brucati dai daini e giallo ginestre ai margini.
Una luce fioca e penetrante appoggiata sul preciso filaretto della torre di Vertine.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2016, La porta di Vertine | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 2 commenti

Ludovico Einaudi suona fra i ghiacci del Polo Nord

FBL-EUR-C1-ESP-REAL-ATLETICO FBL-EUR-C1-ESP-REAL-ATLETICO

Il famoso pianista Ludovico Einaudi ha raggiunto il ghiacciaio a bordo della nave “Arctic Sunrise” unendosi all’appello di Greenpeace firmato da quasi 8 milioni di persone per chiedere alla comunità internazionale di sottoscrivere al più presto un accordo che protegga l’Artico dallo sfruttamento e dai cambiamenti climatici.

L’incredibile concerto si è tenuto proprio alla vigilia di un’importante riunione dell’Ospar, la commissione internazionale deputata alla conservazione dell’Atlantico nordorientale, che proprio in questi giorni potrebbe decidere di istituire un’area protetta di oltre 226 mila chilometri quadrati nelle acque internazionali del Mar Glaciale Artico, al momento il mare meno protetto del mondo. Si tratterebbe di un’area con un’estensione pari a quella della Gran Bretagna.

Qui l’artista ha eseguito al pianoforte l’inedito “Elegy for the Arctic”, in una performance al largo del ghiacciaio Wahlenbergbreen, sulle Isole Svalbard (Norvegia).

Fonte :Greenpeace

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, persone | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Sarà rimossa la cancellata nella chiesa di Vertine

vertine-chiesa-in-gabbia-25-marzo-2015-4DSCN6835

Sul settimanale InChiantisette attualmente in edicola, un articolo a firma di Claudio Coli informa che la recinzione metallica applicata sulla navata della chiesa di San Bartolomeo a Vertine nei primi mesi dello scorso anno sara’ a breve rimossa per volonta’ della Soprintendenza di Siena.
Lo ha disposto la dottoressa Felicia Rotundo che collaborera’ con la proprieta’ dell’edificio acquistato anni indietro dalla diocesi di Fiesole per trovare una soluzione piu’ congrua all’importanza storica ed affettiva e per rendere piu’ fruibile a fedeli e turisti questo piccolo gioiello di architettura romanica.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2016, La porta di Vertine | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 1 commento

La casa dei papaveri

Ampi stralci di rosso su un terreno dove si mescolano il bianco delle galline, i panni stesi ad asciugare, gatti vestiti di balzana e signori attempati seduti al tramonto dopo una giornata di lavoro nei campi.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Il giardino di palazzo Landi – Bruchi a Siena

In via Pantaneto, fra la miriade di locali notturni che tanti problemi di vivibilità per i residenti provocano i loro frequentatori, c’è un bel portone che conduce ad una residenza storica: il palazzo Landi – Bruchi, risalente al XVII secolo.

Dietro questo palazzo, in una delle vie più rumorose e trafficate di Siena, come spesso avviene nei palazzi nobili, si trova uno spazio verde, di quiete e rose che si attorcigliano in fronte alle prospettive esterne o alla meditazione interna su panchine.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2016 | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Robert Capa in Italia 1943 – 1944, mostra fotografica a San Gimignano

san gimignanofoto di robert capa

Dal 5 marzo al 10 luglio, presso il museo De Grada di San Gimignao sono in mostra le foto di Robert Capa, famoso reporter di guerra che al seguito delle truppe alleate e spesso in prima linea, fissa la risalita degli alleati dallo sbarco in Sicilia per liberare il nostro paese.
Tanti gli scatti suddivisi in varie stanze del museo, dove quel bianco è nero diventa un terremoto improvviso quando immortale i volti degli italiani in fila per l’acqua a Napoli o sempre a Napoli il funerali di 15 ragazzini periti qualche giorno prima in uno scontro a fuoco con i tedeschi.
Una cassa con qualche tavola tenuta insieme alla meglio, i piedi che sporgono. Un paese di lacrime e macerie, ma anche la gioia irrefrenabile di chi è appena stato liberato da un giogo di sopraffazione.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2016 | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il castello di Gargonza

E’ un luogo abbarbicato su un poggio del comune di Monte San Savino, nel quale per un po’ di tempo ha risieduto Dante Alighieri scappato di corsa da Firenze e nel quale in epoca più moderna si sono rinchiusi Roberto Benigni e Vincenzo Cerami per scrivere alcune delle sceneggiature dei film girati dall’ex discolo di Vergaio.
Rose prosperose di bellezza e di profumo incandescenti di rosso e una pergola sotto la quale chiunque amerebbe trascorrerci del tempo a guardare il paesaggio sottostante o a cenare con gli amici.
Ci venivano fatti anche i convegni dell’Ulivo e non mancava mai Massimino, ma questo non è un buon motivo per attirare le persone a vedere uno dei luoghi magnifici della nostra cara Toscana e del nostro paese.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2016 | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento