Don Vito Corleone in Piazza del Campo a Siena

maglietta il padrino in vendita in piazza del campo (3) maglietta il padrino in vendita in piazza del campo (3)

Il 23 maggio per il nostro paese è una data tristemente importante, ricorre infatti il 24° anniversario della strage di Capaci dove persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la sua compagna Francesca Morvillo e gli agenti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

Ed è a tal proposito che trovare, in questa ricorrenza, esposta ed in vendita una maglietta su un banchino in Piazza del Campo che riproduce la figura del famoso personaggio Don Vito Corleone, del film “Il Padrino” con la dicitura “Italian Style” è una cosa disdicevole e priva di gusto per il messaggio che tale maglietta lancia ad un folto pubblico di turisti che quotidianamente passano per questa famosissima piazza.

Non tutti gli italiani approvano o sono collusi con il filone comportamentale e umano dell’”Italian Style” di Don Vito Corleone e la presenza della maglietta esposta ed in vendita sul banco di Piazza del Campo non rappresenta, ma offende la stragrande maggioranza delle persone che vivono e abitano in questo paese.

Sarebbe importante l’intervento del Comune per rimuovere dalla vendita simili obbrobri, in vendita qualche anno fa anche a San Gimignano.

Fonte: Il Cittadino OnLine

Pubblicato in Cinema, Etruscany, Federica, Fotografie 2016, italians, La Porta di....., Porcate | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

La chiusura del parco di Villa Chigi a Castelnuovo Berardenga

Era un posto di quiete dove portare al pascolo i pensieri più romantici, covandoli sotto il fresco della chioma dei lecci per appoggiarli sulle panchine nelle nicchie di verde ricavate da siepi di bosso.

Un robusto catenaccio al cancello d’ingresso suggella l’inviolabilità del parco di Agostino Fantastici. Allo stare alla larga da un edificio in decadenza, dicesi pericolante, ma in cui vengono realizzate conferenze sulla violenza di genere, i mali che prendono alla prostata stando troppo a sedere, sulle patologie femminili o sulle trame infinite dell’agricoltura biologica.
Fino allo scorso anno era possibile visitare il parco di Villa Chigi nei fine settimana, grazie alla presenza di arzilli e loquaci pensionati che a turno ruotavano per tenere aperto il parco ed erano prodighi di informazioni storiche sulla villa e sulla Berardenga.
Attaccato cancello d’ingresso c’è sempre una tabella con gli orari di apertura, siglata dal comune, relativa allo scorso anno.

Lo stesso dicasi per la Torre Civica dell’Orologio (nel centro del paese)) che veniva aperta la domenica mattina grazie all’ Associazione Culturale Quinquatrus.

Oltre a fare da rotonda per le macchine, la villa è il cuore che batte di Castelnuovo, il suo punto più significativo e prestigioso, difficile, se non impossibile per chiunque passi da qui non  varcare il cancello, passeggiare o posare le mele sulle panchine disposte nel parco.

Ora non è più possibile. Pare che la proprietà (Sansedoni Immobiliare del gruppo Monte dei Paschi, il cui presidente è Luca Bonechi, che è stato per anni sindaco del paese) ha messo in vendita la struttura e c’è anche chi spera che alla fine arrivi qualche russo o americano carico di soldi e ci ricavi qualcosa.

La delibera comunale per realizzare piscine anche in luoghi storici e di pregio è stata recentemente approvata, forse ad incentivare l’appetibilità con l’idromassaggio dei possibili acquirenti, ma forse è anche vero che la donazione al pubblico dei suoi averi che aveva fatto il conte Guido Chigi Saracini è solo un atto coperto da tanta polvere, sepolto all’Archivio di Stato, quel grande edificio che si trova di fronte al Bar Bibò, a Siena.

Fonte: Il Cittadino OnLine

Pubblicato in Arte e curtura, Berardenga, Federica, Fotografie 2016 | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

La Val d’Orcia di Mario Luzi

Questa terra grigia lisciata dal vento nei suoi dossi
nella sua galoppata verso il mare,
nella sua ressa d’armento sotto i gioghi
e i contrafforti dell’interno, vista
nel capogiro dagli spalti, fila
luce, fila anni luce misteriosi,
fila un solo destino in molte guise,
dice: “guardami, sono la tua stella”
e in quell’attimo punge più profonda
il cuore la spina della vita.
Questa terra toscana brulla e tersa
dove corre il pensiero di chi resta
o cresciuto da lei se ne allontana.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2016 | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Il taglio del fieno

L’odore franco dell’erba appena tagliata, pasto invernale del bestiame al coperto, da forme geometriche appena rasate su ondulazioni emotive dove, tanti millenni indietro, vigevano libere le onde del mare.

Pubblicato in Berardenga, Federica, Fotografie 2016 | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Grandine sulle vigne del Chianti e della Berardenga

Ieri uno dei più classici temporali estivi ha scatenato gli inferi sui vignaioli del Chianti e della Berardenga colpendo con una violenta grandinata, pregiati vigneti della denominazione Chianti Classico.

Vigne ridotte a torrenti per la violenza e la portata del nubifragio che ha scaraventato terra e aperto lungo solchi fra i filari, ma ciò che più è peggio, sono i danni provocati dalla violenza della grandine, che ancora il giorno dopo, si trova ai bordi delle strade.

Colpita la zona sud del comune di Gaiole in Chianti e la zona nord del comune di Castelnuovo Berardenga.

Viti traforate e danneggiate pesantemente dalla grandine per Badia a Coltibuono, Brolio, San Giusto a Rentennano e Villa a Sesta, San Felice, Pagliaia per la parte di Castelnuovo.

Tetti di case imbiancati come fosse neve d’inverno.

Pubblicato in Berardenga, Chianti Storico, fare vino, Fotografie 2016 | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Lo stufato di fave

Non c’è cuoco stellato che sappia seppellire con parole di guarnizione una semplice specialità di stagione quale lo stufato di fave.

Quello che si fa con le fave che hanno il baccello più ingrossato, poco prima o che hanno già la buccia ispessita a protezione del seme.

Non serve una scienza a mettere in un tegame fave, spicchi d’aglio, parecchio olio, sale e  salvia, acqua a coprire che una volta evaporata rende cotto il legume.

Pubblicato in cose buone dal mondo, Cucina agricola, Fotografie 2016, La porta di Vertine | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Il Treno Natura 2016

Tornano i viaggi del Treno Natura 2016 grazie all’adesione e al finanziamento del progetto dei Comuni di: Siena, Abbadia San Salvatore, Asciano, Buonconvento, Castiglione d’Orcia, Chiusi, Montalcino, Murlo, San Giovanni d’Asso, San Quirico d’Orcia, Trequanda, al coordinamento del progetto e all’azione della Provincia di Siena e all’intesa con Fondazione FS Italiane.
Il progetto, in passato, è valso alla Provincia di Siena il 1° Premio al 5° Concorso Internazionale Go Slow – Co.Mo.Do – il riconoscimento italiano rivolto a Pubbliche Amministrazioni e Studi di Architettura del paesaggio per progetti di mobilità dolce e per lo sviluppo del turismo outdoor eco-compatibile.
Il calendario 2016 si arricchisce con diciassette appuntamenti con il treno a vapore e tre con la mitica littorina d’epoca ALn772, esemplare unico.

29 Maggio – Chiusi
Il Treno degli Etruschi
Alla scoperta della città di Porsenna

25  Settembre  – Buonconvento
Sagra della Val d’Arbia
Immersi nel borgo medievale

 9 Ottobre – Vivo d’Orcia – Castiglione d’Orcia
Sagra del Fungo Porcino
Sapori e profumi dei boschi amiatini

16 Ottobre – Abbadia San Salvatore
Festa d’autunno
Una festa paesana nel fascino del borgo antico

23 Ottobre  – Trequanda
Festa dell’Olio Novo
Sapori antichi e terrecotte

30 Ottobre  – Montalcino
58ª Sagra del Tordo
Festa nella terra del Brunello

13 Novembre – San Giovanni d’Asso
Mostra Mercato del  Tartufo Bianco
Tutti a corte di sua maestà il tartufo

20 Novembre – San Giovanni d’Asso
Mostra Mercato del  Tartufo Bianco
Sapori, assaggi e profumati souvenir

4 Dicembre – Siena
Mercato nel Campo
Per gustare i sapori di ieri e di oggi

8 Dicembre – San Quirico d’Orcia
Festa dell’Olio
Mani sapienti e cultura di una terra

10 Dicembre – Asciano
Mostra Mercato del Tartufo Bianco di Asciano
Nel paese del Garbo, arte, cultura e gusto

Littorina d’epoca ALn 772

19 Giugno – San Quirico d’Orcia
La Festa del Barbarossa
Festa dei quartieri di San Quirico

4 Settembre – Chiusi
Il treno degli Etruschi
La festa dei Ruzzi della Conca

18 settembre – Murlo
Il treno degli Etruschi
Blu Etrusco, Festival al Castello di Murlo

INFO E PRENOTAZIONI: Visione Del Mondo – Agenzia Viaggi Via dei Termini, 83 53100 – Siena Tel.: +39 0577 48003  info@visionedelmondo.com

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2016 | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

A Vertine il raduno del Siena Auto Club e Moto d’Epoca

Una trentina di macchine di ogni epoca, tutte antecedenti la seconda guerra, sono arrivate per la seconda volta in colonna rombante per le foto di rito davanti la porta vera di Vertine e per una fragrante e rifocillante colazione a base di affettati, soppressata e acciughe sotto pesto innaffiati dal vino dell’azienda Losi – Querciavalle.

Collezionisti appassionati innanzi tutto, capitanati da Lorenzo Silvestri che ha organizzato una due giorni nella provincia di Siena, suddivisa nella zona sud il sabato e nel Chianti la domenica per terminare il giro presso l’imponente Certosa di Pontignano.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2016, La porta di Vertine | Contrassegnato , , , , , , , | 1 commento

Radda in Chianti rosa per il Giro d’Italia

Partenza da Radda e non da sotto la casa del Brocci per la nona tappa del Giro d’Italia, una cronometro di 40,5 chilometri con arrivo nella località fiorentina di Greve.

La “tappa del vino”, voluta e sponsorizzata dal Consorzio Chianti Classico, che ha avuto come caratteristica di svolgersi sotto secchiate d’acqua (non appena il sindaco Pier Paolo Mugnaini ha dato il via al corridore cinese Ji Cheng primo partente e ultimo in classifica generale) su tutto il percorso e con tratti di grandine sui filari di un grande vignaiolo raddese come Paolo Cianferoni.
Si è imposto in 51’45 lo sloveno Primoz Roglic della Lotto – Jumbo, buona la prova del favorito alla vittoria finale del Giro Vincenzo Nibali, mentre il vicentino Gianluca Brambilla, autore di una brillante cronometro, conserva la “Maglia Rosa” per un solo secondo di vantaggio sul corridore lussemburghese Jungels.

Per le vie di Radda, un gran bel profumo di panini con salame e mortadella e olio canforato usato  per i massaggi alle gambe dei ciclisti.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2016, La porta di Vertine, persone | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Siena in fiore 2016

La “Società Toscana di Orticultura” organizza presso i giardini della fontano di San Prospero, adiacente alla fortezza medicea, l’ottava edizione di “Siena in fiore”.

Partecipano 38 espositori tra i più qualificati della Toscana e di altre regioni; molti gli specialisti rinomati che esporranno ogni genere di pianta ornamentale, dalle rose alle orchidee, piante grasse e aromatiche, vasi e accessori da giardino, sementi e bulbi, azalee, fruttiferi e agrumi, tillandsie e fioriture stagionali, piante da appartamento e da giardino.

C’è empo fino a stasera alle 19.30 per visitare questa meraviglia.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2016, persone | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento