Silvio del Ponte

silvietto.jpgponte.jpgalbastrettomessina.jpg

Ha vinto Silvio, e con un margine che non lascia dubbi e almeno risparmia l’indecoroso spettacolo di una maggioranza sempre in bilico che alla prova dei conti doveva dare momenti poco edificanti di contrattazione in parlamento e in televisione.

Basta ricordare il volto di Anna Finocchiaro prima divenisse capogruppo al Senato e vederla adesso, stremata da mesi di contrattazioni e da un fiorire di capelli bianchi, che la rendono ancora più bella le rare volte che si apre in un sorriso, c’è poco da ridere.

Ma questo è un discorso di somiglianze che non c’entra niente con quanto voglio dire, quindi andiamo oltre.

La preoccupazione vera è che il buon Silvio ricominci a vaneggiare opere faraoniche che lo facciano ricordare nei secoli a venire, e quale opera più colossale e promessa potrebbe essere se non la realizzazione del famoso ponte di Messina?

E’ un’opera da osteggiare con tutte le forze da chiunque abbia un minimo di buonsenso a dispetto delle colorazioni politiche si ritrova.

E’ un’opera insensata che non serve a niente, dai costi e dall’impatto ambientale mostrusi, che si poggerà su terre in cui c’è ancora il binario unico e gente che nella città di Messina vive nelle baracche del terremoto del 1908, sarebbe una vergogna.

Non dimentichiamo il contesto sociale della zona, ai due lati del ponte, organizzazioni criminali ramificate hanno controllo del territorio e degli affari vi si svolgono, anche per questo non ritengo sia giusto lo Stato sia pur inconsapevolmente in qualche forma vada per ingrassarle e renderle più forti.

Questo paese proprio non sente la necessità di piloni e colate di cemento sullo Stretto.

Guardate la foto a destra, di un’alba presa dove dovrebbe essere costruito il monumento a Silvio, credo uno spettacolo di natura e navi così affascinante non meriti di andare distrutto, è patrimonio di tutti, non solo di chi ci vive.

Siamo ancora in tempo a dire a Silvio nostro “Il ponte? Sta minchia!!”

Questa voce è stata pubblicata in persone. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Silvio del Ponte

  1. liloni adriano scrive:

    hai voglia! neanche ha mostrare video interviste inequivocabili i suoi peones accettano di capire per chi han votato….e poi la storia che i lavori sullo stretto saranno sotto stretta osservanza…di chi? dei compagni di brigantaggio di questo ometto dal patrimonio dalle origini oscure…povera patria….

  2. Hai messo il dito sulla piaga Adriano, oltre a disintegrare due coste, bisogna anche sapere a chi vanno questi lavori e a chi verranno pagati.
    Però poco fa ho sentito in televisione che la sua Veronica è contraria al ponte, almeno uno sano in famiglia c’è.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>