Chianti Classico Tenuta di Castelvecchi Vescine 2008

Non è al livello dei grandi di Radda e non ha le caratteristiche di mineralità e acidità tipiche del territorio.
Andando a scavare sotto il sentore di secco che ha lasciato il sughero si trova un vino preciso e ben fatto e un Chianti Classico non disprezzabile, ma le nuove annate degustate all’anteprima hanno una marcia in più e mostrano l’asprezza del territorio e una bella carica floreale.
Bottiglia tronco conica che pesa uno stonfo.

Questa voce è stata pubblicata in degustazioni. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>