Brogio, testina per decespugliatore

Sono svariati i sistemi per avere ragione dei rovi (macchie) e per rimettere in ordine la scoscesa di un campo coltivato ai cui margini si estendono ancora dei bei cespugli di more, biancospino e rosa canina da preservare per tutelare una bella biodiversità.
In un posto scosceso e pieno di sassi o si ricorre alla manualità pura, oppure a trattori con imponenti bracci meccanici che montano dei trinciatori o all’uso di testine per decespugliatore che abbiano confidenza con le spine e il legno fino a un diametro di un paio di centimetri.

Di norma vengono usate lame o dischi ma che in presenza di sassi possono spaccarsi e diventare proiettili pericolosissimi per l’incolumità dell’operatore.

Di qui l’utilizzo del Brogio, una testina di acciaio con due serie di maglie di catena che permettono di agire con efficacia e sicurezza in ogni tipo di terreno.

Esistono testine di vari pesi e misura in base alla macchina con la quale si ritiene di usare il Brogio, ma per esperienza diretta conviene avere un decespugliatore con buoni polmoni e con la coppia conica sempre ben ingrassata per lo sforzo di aver montato un accessorio piuttosto pesante.
Si lavora in sicurezza e i risultato finale è garantito.

Questa voce è stata pubblicata in campino e olio, Fotografie 2013 e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Brogio, testina per decespugliatore

  1. Andrea mi spiace, ma visto che queste bobine sono state oggetto di discussioni pesanti proprio nei giorni scorsi, ti devo avvertire invece che sono pericolose e che nessuna ditta di decespugliatori approva l’uso delle catene. Sono i rivenditori che le propongono, ma in caso di incidenti e guai seri, l’azienda che produce il decespugliatore, non si assume la responsabilità del danno a cose o persone, perchè non le appprova, in quanto pericolose.

  2. Non credo che le aziende produttrici dei decespugliatori si facciano carico delle spese per persone infortunate per l’uso di dischi o lame…… almeno non sono a conoscenza che questo avvenga.
    Conosco bene sia il disco che le lame, il primo lo reputo pericolosissimo dove sono i sassi per pezzetti di ferro che possono partire improvvisamente, le lame un poco meno ma dopo che mi è passata avanti come un proiettile ho dismesso anche questa.
    Il brogio lo uso con rispetto e attenzione dove o non ci sono sassi o dove le cose da tagliare sono fini stile rovi (macchie) già tagliata l’anno precedente e quindi fini.
    In presenza di stocchi più grossi, non rinuncio a forbici, pennata e seghetto che mi fanno stare molto più tranquillo.

  3. Rossano scrive:

    Sono state dichiarate fuori regola anche queste con le catene

  4. Sempiterno ricordo dei miei vicini della Costaccia che a noi, poveri coglioncelli di città, appenna giunti nel paradiso -pieno di rovi immani!- hanno insegnato che i rovi si tolgono a mano, con perizia (loro!) e decisione (sempre loro!). Hanno fatto miracoli e mi hanno insegnato l’abc della terra. Ora non ci sono più, ma li penso in un paradiso, con falcetti e altri attrezzi, con il loro sguardo attento e amoroso. Non si può descrivere quella gente se nza commuoversi al loro ricordo: i Fagnani della Costaccia, grandiosi.

  5. Se sono fuori regola bisognerebbe fossero tolte dal commercio. O no?
    Di norma dovrebbe essere così quando si riscontra un utensile pericoloso per chi lo usa.
    Mi sono riconvertito alla pennata come ai vecchi tempi per ripulire gli ultimi due muretti dalle ginestre dell’oliveta di Vertine che ora è uno specchio.
    Sarebbe piaciuta anche ai tuoi vicini Fagnani caras Silvana.

  6. Monica scrive:

    L’Italia ha recepito ad Aprile 2012 la Normativa Europea (NORMATIVE UE 2012/32 )che vieta la commercializzazione di tutte le testine per decespugliatori con elementi metallici.
    Poi ogni Azienda usa la propria coscenza come crede.

  7. paolo scrive:

    Ha Monica ecc ecc, ma se Andrea, che è veramente un’esperto, che ne ha provate veramente di tutti i colori, ed è il suo lavoro : ti ha appena detto che il più sicuro è BROGIO, e che invece sono i DISCHI e le LAME che andrebbero aboliti e tolti di giro perchè possono ammazzare veramente qualche persona, e poi le coppie coniche dei decespugliatori? sai come GODONO!!!! Ma tanto in Italia ormai è normale che si faccia tutto alla rovescia. Anch’io, dopo una brutta esperienza in ospedale per un DISCO del C…. ROTTO sono gia’ molti anni che lavoro con BROGIO, e a me tra l’altro fa anche mettere molti, ma molti soldi da parte, insieme alla salute. A ME….Buona primavera a tutti.

  8. paolo scrive:

    Per Monica, scusa per l’inizio “Ha” Monica, ma da quando sono stato colpito da quel DISCO, la grammatica non è più il mio forte. …….Ancora buona primavera con BROGIO.

  9. Ciao Paolo,
    più che un esperto sono uno che usa questi utensili e dopo essermi visto davanti un disco in due pezzi qualche anno indietro e una lama spezzata di 3/4 passarmi di vicino ci sto molto ma molto attento e guardingo nell’uso di questi attrezzi.
    Il brogio mi pareva quello meno pericoloso, infatti da un paio di anni, quando ci sono rovi (macchie) da levare lo monto e lo uso con attenzione e parsimonia.
    I commenti sono arrivati qua sopra sul disco a catena mi hanno reso guardingo (che di norma è sempre il mezzo migliore per non farsi male) e un pezzo di scarpata pieno di macchie e di pruni l’ho fatto manualmente con la vecchia, arcaica pennata.
    Però anche questa a darsela in una gamba, fa molto male :-)

  10. Monica scrive:

    Qui non si tratta di quello che sia più o meno pericoloso per questo tipo di lavori ma si tratta di quello che dice la Legge….condivido pienamente quello che è stato detto sui dischi…ma il discorso non cambia…la testina Brogio e similari non sono più vendibili praticamente da un anno…che piaccia o meno. E’ qui l’Italia si è adeguata ad una decisione Europea (0 delle grandi Aziende a cui davano fastidio queste testine???).. quindi poco si può fare purtroppo… :-(

  11. Chiara Baldini scrive:

    Ciao Andrea.
    Anche io ho un oliveto pieno di spini e pruni, diciamo in stato di abbandono.
    Mi piacerebbe moltissimo provare questa nuova e fantastica invenzione della catena in acciaio. Deve essere una cosa fantastica !!!
    Io di solito usavo il disco dentato, per tagliare spini anche di grosse dimensioni, ma sicuramente meno pratico e più pericoloso.
    Io abito ad Arezzo e vorrei venire a visitare il vostro negozio.
    Mi ha parlato di Brogio un signore che ha già acquistato il vostro prodotto, e lo ringrazio di avermi informato !!!
    A presto…

  12. Ciao Chiara e scusa se ti rispondo con un po’ di ritardo.
    Non ho un negozio, ma mi trovavo nella tua identica situazione, ovvero avere un’oliveta con una parete interamente coperta di spine come puoi vedere nelle foto qui sopra.
    Nell’arco di poche ore la parete è tornata pulita con il decespugliatore montato di Brogio.
    Di questi utensili se ne trovano in base alla potenza del decespugliatore, regolati dalla presenza di più o meno catene.
    Ti consiglio però di stare attenta se hai un terreno sassoso perchè non è da sottovalutare la sua pericolosità nel caso si dovesse rompere una catena.
    E ti consiglio anche di far montare l’accessorio da un tecnico con delle viti bloccanti per poter operare con maggiore sicurezza.
    Buone pulizie :-)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>